Archivio degli autori DEEP BUSINESS

DiDEEP BUSINESS

Credito D’Imposta

Puoi ottenere sino al 45% dei tuoi investimenti dal 2016 a 31/12/2019 in Credito di Imposta.

Conclusione pratica in 30 Giorni con fruibilità immediata del credito.

Pre-Analisi GRATUITA

(niente Acconto e pagamento solo a Credito Deliberato)

1) Gli investimenti oggetto della misura devono ricadere nei territori indicati, ammissibile anche se sede legale in altre regioni ma opificio destinatario dell’investimento nelle regioni ammissibili.

2) Sono ammissibili anche investimenti effettuati mediante altre misure De-Minimis fornendo relativa documentazione abbinata alle fatture di acquisto.

___________________________________

Che cos’è il credito d’imposta Mezzogiorno?

L’art. 1 co. 98 – 108 della L. 28.12.2015 n. 208 (legge di stabilità 2016) prevede il riconoscimento di un credito d’imposta alle imprese che effettuano, dall’1.1.2016 al 31.12.2019, gli investimenti agevolati destinati a strutture produttive del Mezzogiorno.

Il credito d’imposta spetta per l’acquisizione (con fattura o in leasing) di beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate:

– nelle zone assistite delle Regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, ammissibili alle deroghe previste dall’art. 107 § 3 lett. a) del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE);

– nelle zone assistite delle Regioni Molise, Sardegna e Abruzzo, ammissibili alle deroghe previste dall’art. 107 § 3 lett. c) del TFUE.

Per avvalersi del credito d’imposta occorre presentare apposita comunicazione all’Agenzia delle Entrate (provv. Agenzia delle Entrate 24.3.2016 n. 45080).A seguito di analisi del progetto d’investimento, rilascia attestazione via pec del credito riconosciuto maurato o da maturare. Il credito è visibile dal cassetto fiscale del contribuente nella sezione Agevolazione.

Il credito d’imposta è riconosciuto fino al 20% dell’investimento realizzato dal 01.01.2016 al 28.02.2017 e del 45% dell’investimento realizzato o da realizzare dal 01.03.2017 al 31.12.2019.

Cosa fare per ottenerlo?

Per una veloce e gratuita pre-analisi, ci occorrono i seguenti documenti:

– Visura camerale aggiornata

– Durc online regolare

Per gli investimenti già realizzati dal 2016 al 2019:

– Fattura o contratto di leasing degli investimenti dal 2016 al 2019

Per gli investimenti da realizzare entro il 31.12.2019

– Preventivi, bozza contratto leasing o lista degli investimenti da effettuare entro il 31.12.2019

Chi può richiederlo?

Possono beneficiare del credito d’imposta tutte le imprese:

– indipendentemente dalla forma giuridica e dalle dimensioni;

– che effettuano nuovi investimenti, destinati a strutture produttive situate nelle aree ammissibili, a decorrere dall’1.1.2016 e fino al 31.12.2019.

Chi è escluso da credito d’imposta?

L’agevolazione non spetta ai soggetti che operano nei seguenti settori:

– industria siderurgica e carbonifera;

– costruzione navale;

– fibre sintetiche;

– trasporti e relative infrastrutture;

– produzione e distribuzione di energia e infrastrutture energetiche;

– creditizio, finanziario e assicurativo.

Quali investimenti sono agevolabili:

Sono agevolabili gli investimenti relativi:

– alla creazione di un nuovo stabilimento;

– all’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente;

– alla diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente;

– ad un cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente;

Sono esclusi gli investimenti di mera sostituzione.

Beni agevolabili

Gli investimenti oggetto dell’agevolazione sono quelli in nuovi:

– impianti;

– macchinari;

– attrezzature varie.

Sono, quindi, esclusi dall’agevolazione i beni immateriali, gli immobili e i veicoli, ad eccesione dei mezzi d’opera.

Come si utilizza il credito d’imposta?

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione nel modello F24 (codice tributo “6869”), attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline); a partire dal quinto giorno successivo alla data di rilascio della ricevuta attestante la fruibilità del credito d’imposta, senza alcun limite di data o importo.

Esempio:

Credito d’imposta maturato di euro 45.000,00 e devo pagare modello F24 di euro 5.000,00 di cui IVA, Ires, contributi dipendenti, Imu, come utilizzo il credito?

F24 a saldo zero, non pago alcun importo, resta un credito residuo da compensare di euro 40.000,00.

Esempio:

Investimento realizzato 2018

Ho comprato impianti e macchinari nuovi nel 2018, di cui euro 50.000,00 oltre IVA con fattura o contratto di leasing con scadenza 2023 ed euro 30.000,00 oltre IVA con fattura. Quanto posso recuperare?

Risposta

Impianti – Leasing euro 50.000,00

Impianti euro 30.000,00

Totale investimenti nuovi euro 80.000,00

Credito Imposta 45% euro 36.000,00

Da compensare in F24 dal quinto giorno dell’approvazione Agenzia delle Entrate

Investimento da realizzare 2019

Ho in progetto di acquistare impianti e macchinari nuovi nel 2019, di cui euro 50.000,00 oltre IVA con fattura o contratto di leasing con scadenza 2023 ed euro 30.000,00 oltre IVA con fattura. Quanto posso recuperare?

Risposta

Impianti – Leasing euro 50.000,00

Impianti euro 30.000,00

Totale investimenti nuovi euro 80.000,00

Credito Imposta 45% euro 36.000,00

Da compensare in F24 dal quinto giorno dell’approvazione Agenzia delle Entrate e dalla data di stipula del contratto di leasing o data fattura dell’investimento entro il 31.12.2019

NON PERDERE TEMPO E CONTATTA SUBITO I NOSTRI CONSULENTI

OPPURE MANDA QUANTO NECESSARIO PER LA  PRE-ANALISI A MEZZO MAIL.

DiDEEP BUSINESS

Medio Credito Centrale

L’Attività di consulenza sul medio credito centrale è specializzata nell’attività di affiancamento dalla preanalisi dell’esigenza sino alla presentazione della domanda presso l’istituto di credito convenzionato.

L’attività di Medio credito centrale si incentra sulla garanzia erogata da Banca del Mezzogiorno Mediocredito centrale S.p.a. che eroga garanzia nell’ambito delle iniziative del fondo nazionale di garanzia di cui all’art. 62, comma 1 del D.L.gs.vo 23 Luglio 1996, n.415.

Il fondo agisce secondo diversi tipi di interventi. Le agevolazioni contemplano Fondo di Garanzia, Garanzia Campania Bond, Fondi di ingegneria finanziaria e Fare Lazio, mentre per i finanziamenti gestisce ChiroFast e Chiro PMI.

  • Per mezzo del fondo di garanzia Micropiccole e medie Imprese, e professionisti (escluse le attività finanziarie) vedono garantite  tutte le operazioni finanziarie direttamente finalizzate all’attività d’impresa concesse da un soggetto finanziatore (banca o altro intermediario finanziario).

garanzia copre fino ad un massimo dell’80% dell’importo dell’operazione finanziaria e fino ad un importo massimo garantito per beneficiario di 2,5 milioni di euro.

Il Fondo può intervenire

  • sia garantendo direttamente l’operazione finanziaria (Garanzia Diretta)
  • sia controgarantendo/riassicurando un soggetto garante (confidi o altro intermediario finanziario) che garantisce l’operazione in prima istanza (Controgaranzia/Riassicurazione).

I beneficiari devono essere in possesso dei requisiti oggettivi e soggettivi previsti dalle Disposizioni Operative.

DiDEEP BUSINESS

Analisi Finanziaria

Obbiettivo di tale servizio è affiancare l’imprenditore nei processi decisionali analizzando i rapporti finanziari con gli istituti di credito e proporre soluzioni utili a monitorare ed abbattere concretamente i costi operativi di gestione del credito.

Attraverso un processo di analisi iniziale ed un monitoraggio continuo e costante, dello stato di equilibrio finanziario dell’azienda sarà possibile mettere in piedi una pianificazione finanziaria adatta all’azienda.

DiDEEP BUSINESS

Perizia Bancaria

Il rapporto banca-impresa negli ultimi anni, anche a seguito delle recenti sentenze della Suprema Corte e degli ultimi interventi legislativi in materia di diritto bancario, è profondamente cambiato.

Gli imprenditori hanno sempre più la necessità di valutare attentamente e verificare i rapporti intrattenuti con i vari istituti bancari.

L’appropriazione indebita effettuata dagli istituti finanziari, testimoniata da una serie innumerevole di sentenze a favore di imprenditori e cittadini, rende necessaria una valutazione complessiva passata, presente e futura, della situazione finanziaria dell’azienda.

DiDEEP BUSINESS

Gestione TFR

Ovvero, programma pensionistico aziendale per dipendenti e titolari.

La previdenza complementare rappresenta sempre più una necessità per tutti. L’analisi del caso aziendale mira a trovare la migliore soluzione per snellire il lavoro amministrativo, il carico fiscale ed il costo nella gestione del TFR.

La valutazione del caso porterà alla luce vantaggi sia per l’azienda che per il dipendente.

DiDEEP BUSINESS

Piano di Produzione

Evolvere la propria produttività comporta necessariamente l’utilizzo di un valido piano di produzione. Tuttavia, pianificare la produzione è un processo complesso. Ci sono attività varie e contemporanee necessarie ad assicurare che i materiali, i macchinari e le risorse umane siano disponibili quando e dove servono.

C’è bisogno della capacità di essere ragionevolmente flessibili per accogliere i repentini cambiamenti del mercato.

Specialmente nelle realtà manifatturiere, i vantaggi che derivano da un Production Plan efficace si traducono in:

  • un incremento della capacità produttiva grazie all’uso ottimizzato delle risorse disponibili (macchinari, personale, ecc);
  • minori costi di magazzino per il minor bisogno di disporre di scorte di sicurezza e di minori giacenze “work-in-process”;
  • una riduzione del costo del lavoro grazie ad un miglior flusso del processo produttivo con minori perdite di tempo ed inefficienze;
  • una migliore qualità del servizio grazie a consegne di prodotti finiti affidabili

L’attività va sviluppata in 6 ambiti principali:

1. Forecasting affidabile

2. Controllo magazzino

3. identificazione e rispetto dei vincoli

4. Analisi di Lead Time

5. Risk Management

6. Environment business GAP Analysis

Si tratta di consulenza ingegneristica che abbraccia interdisciplinarmente l’azienda e proietta l’attività verso il raggiungimento degli obiettivi strategici.

DiDEEP BUSINESS

Manuali Operativi

Il manuale operativo è lo strumento attraverso il quale la direzione aziendale trasmette ai suoi reparti e Business units tutte le conoscenze necessarie per assicurare gli standard aziendali in ogni reparto e per ciascuna mansione.

Il manuale operativo in azienda

Il manuale operativo è un preziosa risorsa per l’imprenditore che può così organizzare e definire con certezza, responsabilità e procedure di lavoro, che spesso vengono lasciate all’improvvisazione per mancanza di tempo e motivazione.

La struttura del manuale operativo

La struttura del manuale operativo è molto simile, concettualmente, a quella di un business plan. Vale a dire che la struttura di base del manuale operativo è la medesima per tutti i progetti aziendali e trova la sua massima popolarità nelle azioni di franchising, a prescindere dal settore merceologico di riferimento.

DiDEEP BUSINESS

Start-Up

A volte, per esigenza economica o mero desiderio di realizzazione personale si avrebbe la voglia di governare un’attività germogliata da zero e che porti la nostra firma.

A volte potremmo avere delle intuizioni assolutamente geniali…. diversamente potremmo essere lì lì per fareun buco nell’acqua.

Come scegliamo se e come assecondare le nostre intuizioni?

Se scegliamo di assecondarle quale è il modo migliore perchè la nostra idea possa ambire al successo?

Questi e tanti altri interrogativi affollano la nostra mente ogni volta che ci soffermiamo a riflettere su questa ipotesi.

Bene. Siamo lieti di offrire attraverso questo servizio la possibilità di aiutarti nella pre analisi di fattibilità e successivamente nell’individuare la Road map più efficace per trasformare un’intuizione in realtà.

Per farlo, bisogna miscelare servizi e competenze diverse.

La nostra attività contempla oltre alla preanalisi di fattibilità del prodotto /servizio , l’individuazione e la progettazione per l’accesso alla finanza agevolata più adatta, il business coaching, analisi del marketing e della comunicazione, coerenza con le norme cogenti.

Se ci credi davvero e sei alla ricerca di un vero partner in affari…

beh…. non è necessario cercare oltre. Siamo qui.

DiDEEP BUSINESS

Business Planning

Il Business Plan è uno strumento fondamentale per il managament aziendale e non solo.

Insieme possiamo esaminare una  Startupavviare una nuova attività

Se vuoi verificare che la tua idea imprenditoriale si possa trasformare in un business di successo… allora.. hai bisogno di redigere un progetto d’impresa completo e realistico.

Bisogna redigere Un Business Plan (progetto/piano di impresa) che sia chiaro ed efficace, utile sia all’imprenditore come strumento di verifica di sostenibilità economica della futura attività sia come progetto da presentare a banche/investitori/partner commerciali/enti pubblici (per partecipazione a bandi).

Deep Business ha isolato tre tipologie di business plan.

Il primo è quello necessario alla presentazione in ambito di finanza agevolata, pertanto strumentale alle valutazioni di breve e medio termine in relazione ad agevolazioni di natura istituzionale.

Il secondo tipo è specifico per analizzare gestioni imprenditoriali oggetto di investimenti di natura privata, come nel caso di banche, privati e fondi. In esso si analizzano le proiezioni di business contestualizzate ai rischi dell’ambiente esterno in termini di rischio.

Il terzo tipo di documento, è il più comprensivo e di fatti integra i due precedenti ed integra gli studi con analisi di mercato.

Il business plan trova dunque utilizzo sia all’interno dell’impresa come guida strategica, sia come documento da presentare a istituti finanziari o nuovi soci per la richiesta di finanziamenti in conto capitale o a debito.

I nostri consulenti sono a disposizione per condividere e supportare i tuoi progetti.

DiDEEP BUSINESS

Assistenza al Management

Deep business tratta l’argomento dell’assistenza al management in modo assolutamente integrato ed interdisciplinare.

Le sfide attivate a seguito di globalizzazione e new economy, hanno proiettato piccole e medie imprese in una dimensione, nuova e più articolata.

I business di prossimità sono stati travolti da competitor spesso lontani ma allo stesso tempo sufficientemente vicini da allertare l’attenzione della clientela verso offerte alternative.

I modelli di business tradizionali hanno dovuto intraprendere una imprescindibile evoluzione, pena il fallimento.

Deep business affianca le imprese con una soluzione modulare e gestita per mezzo di professionalità eterogenee che convergono in task force dedicate e che forniscono senza contraddizioni una lettura attenta dei punti critici per la misurazione del sistema impresa al fine di disegnare e simulare le migliori strategie migliorative o correttive.

L’attività si articola per mezzo di analisi preliminari e sessioni di audit e GAP analysis, proprio a monitorare con la massima attenzione l’efficacia del sistema e delle sue mutazioni.

Non esitate a contattarci per un primo approccio consulenziale.

“La conoscenza è la chiave del successo”